Archivio per Arte

*Art Excellence: Stephan Balleux

Posted in *Art Excellence, Arte with tags , , , , , , , , , , on 1 febbraio 2010 by kemas

Stephan Balleux è uno degli artisti che, ultimamente, mi hanno più piacevolmente sorpreso.

La sua arte, stilisticamente parlando, è il trait d’union tra Dalì e Magritte, tra Microbo e Françoise Nielly: un surrealismo astratto materico e plastico.
Nei suoi lavori, Stephan destruttura e distorce il volto umano rendendolo senza identità né espressione.

Il colore diventa trama materica. Il tratto ustiona i muscoli con spazzolate in Technicolor.
A prima vista potrà sembrare un po’ lugubre, ma come nel caso di Zdzisław Beksiński, io ci vedo moltissima poesia.
Non so voi, ma le prime opere che vi ho messo mi ricordano vagamente il personaggio di Rorschach in Watchmen con il volto deturpato di Harvey Dent.

A mio avviso, un’artista davvero interessante.

Dopo il continua, una galleria con le sue opere.

Continua a leggere

*Writing Excellence: Banksy

Posted in *Writing Excellence, Arte, Street Art with tags , , , , , , , , , , , , on 28 dicembre 2009 by kemas

Alcune persone diventano dei poliziotti perché vogliono far diventare il mondo un posto migliore. Alcune diventano vandali perché vogliono far diventare il mondo un posto migliore da vedere”.

Banksy è sicuramente uno degli street artist più originali e complessi che vi siano oggi in circolazione.
La sua fama è costantemente aumentata sin dagli anni ’80 in cui iniziò la sua attività.
Nome all’anagrafe sconosciuto (o quasi), Banksy continua, nonostante la sua sempre crescente notorietà e la sua fama ormai mondiale, a restare volutamente anonimo.
Così, lontano dal mainstream artistico può continuare a concentrarsi e a far concentrare gli altri sulla propria arte, piuttosto che sul personaggio.

Moltissime testate giornalistiche come L’Indipendent, il Times o la BBC infatti, continuano a prediligere gli articoli di gossip: “Chi si nasconde dietro Banksy?” oppure “Scoperta la vera identità di Banksy“…
Personalmente ritengo tutto ciò molto stupido. Invece di riflettere sul lato artistico cercano lo scoop fine a se stesso. Comunque, torniamo a Banksy.

La sua arte è pura aria fresca…

Banksy è definibile come un guerrilla artist.
Predilige da sempre lo stencil e, in alcuni casi (Continua a leggere…)

*Art Excellence: Kate MacDowell

Posted in *Art Excellence, Scultura with tags , , , , , , , , , , , , , , on 22 dicembre 2009 by kemas

Le opere di Kate MacDowell, scultrice americana, sono intrise di un fascino glaciale, come se i personaggi di quelle tiepide fiabe che ci leggevano da bambini si fossero congelati dopo una freddissima tormenta.
Teneri uccellini e morbidi coniglietti cristallizzati nella più spezza neve.
Questo è l’immaginario che mi viene in mente guardando le opere di Kate MacDowell.

Ben più forte però è il messaggio che passa dalle sue sculture.

Un profondo legame tra Natura e uomo, sia in senso fisico che in termini di consequenzialità.
L’uomo sta distruggento la Natura” urla Kate.
E distruggendo la Natura distrugge anche se stesso.
Noi, esseri umani, abbiamo bisogno delle piante, dei teneri uccellini, dei morbidi coniglietti e delle laboriose api per poter sopravvivere.
È tutta una catena. Se scompare un solo anello, tutto il delicato equilibrio che ci tiene legati rischia di spezzarsi. E noi con Lei.

Immagini crude e storie inquietanti raccontate nel binomio Uomo-Natura.
Il tutto magicamente raccontato con la porcellana.

Kate cita C.S. Lewis: “Non vogliamo, soltanto, vedere la bellezza. Vogliamo qualcos’altro che a stento può essere messo in parole, essere unito alla bellezza che vediamo, passarci dentro, riceverla per poterci bagnare e diventarne parte.”

Dopo il continua, la galleria di Kate MacDowell

Continua a leggere

Gravità artistica

Posted in Arte, Scultura with tags , , , , , , , , , , , , on 14 dicembre 2009 by kemas

Come sarebbe la vita terrestre se si trovasse a 18 mila chilometri dalla Terra, libera dalla gravità?

L’artista francese Daniel Firman ha provato ad immaginarselo.
L’opera di intitola “Wûrsa (à 18 000 Km de la Terre)” ed è stata esposta al Palais de Tokyo e al Castello di Fontainebleau di Parigi.

Tranquilli, non è un vero elefante ma una “semplice” scultura iper-realistica.

The Rotating Kitchen

Posted in Arte with tags , , , , , , , , , on 9 dicembre 2009 by kemas

Una curiosa installazione artistica di Zeger Reyers che ha aperto l’esposizione “Eating the Universe. Food in Art” al Kunsthalle Düsseldorf in Germania lo scorso venerdì 27 novembre.

L’installazione continuerà a ruotare, lentamente, per tre mesi fino al 28 febbraio 2010 giorno di chiusura.
Chissà quale sarà il risultato di tre mesi di rotazione continua.

Nell’articolo, il video con il dietro le quinte della costruzione dell’opera.
Qui sotto, l’installazione ripresa ad altezza uomo.

[thanks to Anna Rondolino]

Continua a leggere

*Graphic Excellence: Andy Gilmore

Posted in *Graphic Excellence, Arte, Graphic Design with tags , , , , , , , , , , on 9 novembre 2009 by kemas

gilmore5

Andy Gilmore sublima il concetto di geometria e lo trasforma in arte.
Stupisce l’estremo dinamismo che riesce a creare partendo da forme rigide e severe.

Linee, quadrati, cerchi, triangoli sono gli strumenti che, insieme alle ammalianti cromie, usa per creare questi piccoli gioielli.
Austera geometria che crea bellezza. Splendide opere grafiche commissionate anche da clienti importanti come Wired, Mini, Bones.

gilmore36

gilmore19

gilmore29

Dopo il continua, una galleria con le sue opere.

Continua a leggere

*Art Excellence: Françoise Nielly

Posted in *Art Excellence, Arte with tags , , , , , , , , on 23 ottobre 2009 by kemas

big

Françoise Nielly è la ritrattrice francese che crea queste fantastiche e gigantesche opere dalle cromie fluo.
Si serve di spatole e cazzuole per spalmare e raschiare abbondanti dosi di colore ad olio sulla tela.
I soggetti di questi ritratti esplosivi sono scelti per la loro bellezza “esotica” che riesce ad accomunare diversi tratti orientali, africani e occidentali.
Quale migliore metafora dell’ugualianza? I diversi colori della pelle e i diversi tratti somatici vengono annullati sotto questa dirompente potenza cromatica anti-razzista.

È molto bello vedere quest’artista all’opera mentre crea. Per cui, vi consiglio di vedere questo video sul suo sito.

fn-2

fn-4

Dopo il Continua, una lunga galleria con le sue opere!

Continua a leggere