La geometria delle forme è musica solidificata.


Cimatica

.
Il titolo è una famosa l’asserzione di Pitagora.

Oggi parliamo di un argomento molto interessante: la Cimatica.

Dal greco “studio riguardante le onde“, ovvero la scienza che studia come la vibrazione può generare forme: il suono influisce sulla materia e produce modelli geometrici che variano a seconda delle diverse frequenze.

Il suono che genera la grafica.

Prima un po’ di storia:
La Cimatica studia gli effetti morfogenetici (dal greco, processo che porta allo sviluppo di una determinata forma o struttura) delle onde sonore, ovvero come le onde sonore possono modellare la materia.

Nel XVIII secolo, il musicista e fisico tedesco Ernst Chladni osservò che i modi di vibrazione di una membrana potevano essere visualizzati mediante il cospargimento della stessa con della polvere sottilissima che, spostandosi, si accumulava nei punti della superficie in cui la vibrazione è nulla. Queste osservazioni fornirono un importante contributo alla comprensione dei fenomeni acustici e del funzionamento degli strumenti musicali.
Nel 1967 il medico svizzero Hans Jenny, continuando le ricerche di Chladni, sostenette l’esistenza di un sottile potere attraverso il quale il suono struttura la materia.
Jenny misurò, fotografò, sperimentò gli effetti delle vibrazioni sonore di ogni tipo sui più diversi materiali e scoprì che determinati suoni corrispondevano sempre alle stesse figure geometriche e che riproducendo i suoni di antichi linguaggi come il sanscrito o l’ebraico, le figure che si producevano disegnavano il simbolo alfabetico che si pronunciava.

Traggo da wikipedia: «Nei suoi esperimenti egli poneva sabbia, polvere e fluidi su un piatto metallico collegato ad un oscillatore che produceva un ampio spettro di frequenze. La sabbia o le altre sostanze si organizzavano in diverse strutture caratterizzate da forme geometriche tipiche della frequenza della vibrazione emessa dall’oscillatore. (…)
Hans Jenny fu particolarmente impressionato da un’osservazione: imponendo una vocalizzazione in antico sanscrito come l’OM (Aum) (conosciuto dagli induisti e buddhisti come il suono della creazione e corrispondente al Verbo della Bibbia occidentale) la polvere rispondeva alle vibrazioni sonore generando un cerchio con un punto centrale, simbolo con il quale antiche popolazioni indiane rappresentavano lo stesso mantra OM (Aum).
Non per nulla Pitagora aveva già intuito e sosteneva che “la geometria delle forme è musica solidificata
»

Ecco il video dell’esperimento.

C’è qualcosa di incredibilmente poetico no?

In quest’altro video, David Icke spiega il fenomeno.
È illuminante quello che si vede al minuto 2:08…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: