Le porcherie sono direttamente proporzionali al successo



securitycamera2

Il mondo dell’informazione è impazzito. Ne stanno parlando tutti. Mai ho visto un dispiegamento di forze così numeroso per un semplice software. Articoli su importanti testate, post su migliaia di blog in pochi giorni, addirittura i tg nostrani ne hanno parlato. E della guerra in Georgia invece non sento una notizia da giorni. Ma vabbè.

Sto parlando dell’uscita, anche se ancora in fase beta, nel nuovo browser di casa Google. Chrome.

Non ho ancora avuto il tempo per testarlo ma dicono sia un bel prodotto. Veloce snello funzionale.

Ma, di recente, Google ci sta abituando a qualche riserva. Sopratutto sul settore privacy…

Mi sono chiesto: come mai Google ha deciso (dopo aver sponsorizzato e supportato per anni in maniera incredibile il browser di casa Mozilla, Firefox) di entrare in questo settore già saturo? Un motivo ci dev’essere…

Ne esistono già a bizzeffe di browser. Come i più diffusi Firefox, Safari, Internet Explorer, Opera, Camino, Shiira, Netscape, ma anche di sconosciuti come Amaya, Arachne for DOS, Arora, Avant Browser, Cyberdog, Deepnet Explorer, Dillo, Enigma Browser, Epiphany, ELinks, Flock, Galeon, Gnu IceCat, IceWeasel, K-Meleon, Kazehakase, Kirix Strata, Konqueror, Kiwe, Links, Lynx, Maxthon, (prima noto come Myie2), Midori, Minimo, Mosaic, NNT – Netprog Navigation Tool, Omniweb, RealMeteo, SeaMonkey, Slim Browser, w3m.

Quindi capite da soli che il mercato non ha bisogno di un altro browser…

Così ho indagato un po’.
Vi siete mai letti i cosiddetti “termini di servizio” o EULA? Si trovano cose parecchio interessanti…

Ve ne cito un pezzo: “l’utente concede a Google una licenza perenne, non soggetta a diritti d’autore per riprodurre e distribuire qualsiasi Contenuto inviato tramite i Servizi”.

Accettando tali termini Google avrebbe la “possibilità” di ottenere e riutilizzare a piacimento tutti i nostri movimenti effettuati sul suo browser.

Come ho appreso dalla documentazione, ogni copia di Google Chrome ha un numero univoco, cosa vuol dire questo? Con questo numero univoco, Google ha la possibilità di identificare e tracciare, con altissima precisione, ogni movimento di un utente sul web!

Capite da voi che quantità di informazioni avrebbe, e sta gia ottenendo, tramite l’utilizzo di Google Chrome…

Sarebbe bene leggerla sempre e tutta sta cavolo di EULA, si tratta sempre di un contratto valido.

Riporto sotto alcuni stralci importanti di questi “vergognosi termini di servizio”.

11. Licenza sui Contenuti concessa dall’utente

11.1 L’utente è proprietario del copyright e di qualsiasi altro diritto già posseduto sui Contenuti inviati, pubblicati o visualizzati su o tramite i Servizi. Inviando, pubblicando o visualizzando i Contenuti, l’utente concede a Google una licenza perenne, irrevocabile, internazionale, non soggetta a diritti d’autore e non esclusiva per riprodurre, adattare, modificare, tradurre, pubblicare, eseguire in pubblico, visualizzare pubblicamente e distribuire qualsiasi Contenuto inviato, pubblicato o visualizzato su o tramite i Servizi. Detta licenza ha il solo scopo di autorizzare Google a visualizzare, distribuire e promuovere i Servizi e può essere revocata per alcuni Servizi, come definito nei Termini aggiuntivi dei Servizi in oggetto.

11.2 L’utente conviene che detta licenza includa un diritto per Google di rendere tali Contenuti disponibili per altre aziende, organizzazioni o altri soggetti con cui Google abbia rapporti per la fornitura di servizi diffusi e di utilizzare tali Contenuti in relazione alla fornitura di tali servizi.

11.3 L’utente riconosce che Google, nell’esecuzione delle operazioni tecniche necessarie per fornire i Servizi ai propri utenti, può (a) trasmettere o distribuire i Contenuti dell’utente su varie reti pubbliche e con vari mezzi e (b) apportare ai Contenuti dell’utente le modifiche necessarie per renderli conformi ai requisiti tecnici delle reti, dei dispositivi, dei servizi o dei mezzi di connessione. L’utente accetta che tale licenza dovrà autorizzare Google a intraprendere tali azioni.

11.4 L’utente conferma e garantisce a Google di disporre di tutti i diritti, del potere e dell’autorità necessari per concedere la suddetta licenza.

.

Speriamo che Google si accorga della porcata e modifichi i termini…
In attesa, se avete coraggio autolesionista, magari provatelo. Io aspetto.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: